Ajax

7 gennaio 2006

Ultimamente sono stato anche io contagiato dalla “mania” per questo nuovo (sembra nuovo ma non lo è) modo di concepire le applicazioni Web. Naturalmente mi piacerebbe avere PensieriParole così, ma di certo non mi metto a riscrivere tutto…

Per chi non lo sapesse AJAX significa “Asyncronous JavaScript And XML”, potete vedere di cosa sto parlando su questo sito. Perchè piace? Perchè finalmente ci si libera della necessità di caricare ogni volta una nuova pagina per eseguire qualsiasi operazione. Grazie alla nuova possibilità di caricare al volo file XML (e non solo) tramite JavaScript, ci può essere un nuovo canale di comunicazione tra client e server. Già si parla di Web 2.0 per riferirsi alle applicazioni di questo tipo.

Sicuramente un grande impulso allo sviluppo di questo tipo di soluzioni lo ha dato Google, che ne ha fatto il suo cavallo di battaglia. Basti pensare a Google Mappe, a Google Suggest, e a quello che nessuno degli utenti di Google vede ma che succede ogni volta che si clicca su un link nei risultati del motore di ricerca… (basta soffermarsi un attimo sul codice javascript per accorgersene)
Ma l’idea non è per niente nuova! Tra la 4ª e 5ª superiore (quindi nel 2001 se non vado errato) feci uno stage di 3 mesi presso E-TREE (se non la conosci vai subito a vedere il sito!), lì il mio Tutor, DM uno dei primi dipendenti della società, vorrei dire un guru, mi aveva fatto realizzare un piccolo “esperimento” che lui non aveva tempo di realizzare. Un codice JavaScript doveva caricare dal database la parte interna della pagina, via XMLHTTPRequest. A quel tempo il tutto funzionava solo in Internet Explorer, ma la visione di DM era già quella che un giorno si sarebbe potuto risparmiare moltissima banda con questo sistema.

In realtà volevo scrivere di una cosa di cui sono contento che ho fatto oggi, non disquisire su Ajax… Sì, oggi ho cominciato una piccola cosa per l’amministrazione di PensieriParole, ed è una cosa abbastanza strana. In pratica il PHP si occupa, come normale, di lavorare sul database, e il JavaScript di mostrare all’utente cosa sta accadendo. Per ora la cosa che fa è prendere tutte le frasi del sito e creare un indice delle parole, ma il bello è che questa operazione (lunga) viene eseguita su lotti di frasi alla fine dei quali posso incrementare una progress bar, così si vede in tempo reale a che punto sta il lavoro.

Visto che questa cosa è gestita come un Automa a stati finiti, mi chiedevo se qualcuno aveva pensato a realizzare una specie di framework per delle cose simili. Per ora sto usando molta fantasia e l’insostituibile Prototype.

Annunci