OS X Mobile chiuso

12 gennaio 2007

Sì non piace neanche a me come cosa… già ai tempi dell’iPod pensavo a varie cose da poter realizzare per farcele girare sopra, ma questo non è possibile. È un’idea frutto di una “mentalità del passato” per così dire. Detto questo però iPhone è fantastico, e non penso che questo piccolo neo possa eclissarne il successo.
Anche perché è presente Safari, ed è tutto quello che basta! Non c’è un programma per vedere i file word? C’è Google Docs! Di sicuro Eric Schmidt ha ben pensato a queste cose… prepariamoci ad avere i vari siti web 2.0 di Google funzionanti su Safari da subito, non vorranno perdere il treno! E come fanno loro, chiunque può realizzare software per iPhone, ma invece di girare in locale saranno normali siti web 2.0, magari pensati appositamente per la piattaforma, ma accessibili da chiunque. Ci sono anche molti pro a questo modo di vedere le cose: basta un Safari, un Firefox o persino un IE per far funzionare il programma: un pubblico immenso quindi, perché (almeno con Firefox) potrà funzionare su qualunque piattaforma, anche futuri “iPhone” di altre aziende (che di certo non staranno al palo a guardare).


Bella definizione

3 gennaio 2007

Ho trovato una bellissima definizione della rete, o meglio, del web:

“The net isn’t a directed graph. It’s not a tree. It’s a single point labeled G connected to 10 billion destination pages.”

“La rete non è un grafo non orientato. Non è un albero. È un singolo nodo etichettato G connesso a 10 miliardi di pagine di destinazione.”

Starebbe a dire che Google è l’inizio di Internet, la partenza di qualunque navigazione si faccia, per tutti noi. Un centro stella di un grafo con 10 miliardi di nodi +1, la home page di Google.

Suggestivo.

[via Skrentablog]


PR 5!!

2 ottobre 2006

Finalmente! Dopo tante attese! PensieriParole è passato (ancora non dappertutto) a PageRank 5. Per chi non lo sapesse il PageRank è la misura della popolarità di un sito data da Google, e usata internamente per decidere il posizionamento di un sito nei risultati di ricerca.

Ho letto che venerdì era iniziato un aggiornamento di routine dei PageRank visualizzati nella Google Toolbar, ed utilizzando uno strumento di Future PageRank ho visto che siamo passati a 5, inoltre Leggi di Murphy è andato a 4, come pure questo blog :D.


“The Search” in Italiano

21 agosto 2006

È un po’ che è stato pubblicato negli USA (e anche in molti altri posti nel mondo…), e solo dopo un anno e due edizioni, finalmente arriva in la versione Italiana di “The Search” di John Battelle. Per chi segue il suo blog questo libro non è di certo una sorpresa; per tutti gli altri penso di sì. Il titolo Italiano è “Google e gli altri – Come hanno trasformato la nostra cultura e riscritto le regole del business” e sarà edito da Raffaello Cortina Editore.
La mia domanda per voi tutti è: perché c’è voluto così tanto? Perché un libro che, da come è stato riportato all’autore, viene anche venduto in versione copiata in un aeroporto africano (questo per dare un metro della sua diffusione mondiale) in Italia è arrivato così in ritardo? Ho anche provato a cercare la versione in lingua originale in librerie specializzate in testi stranieri (La Feltrinelli International di Padova), ma senza successo. C’è scritto qualcosa di scomodo per noi? O semplicemente siamo troppo indietro nell’informatica? Eppure la Mondadori ha pubblicato più o meno tutti i libri di Joel Spolsky, che hanno sicuramente un pubblico molto ma molto più ristretto. Boh.
A parte tutto questo, ringrazio la futura casa editrice per averlo tradotto e pubblicato, e attendo con impazienza il momento in cui potrò cominciare a leggerlo.


Newsfire + Inquisitor

19 agosto 2006

Solo questo weekend David Watanabe (autore anche di Acquisition) regalerà una copia gratuita di Inquisitor (il suo plugin per Safari e Camino per fare ricerche in siti che non siano Google.com e ricerche “live”) se acquisterete una copia di NewsFire, di cui vi ho già parlato tempo fa e rimane sempre il migliore.


Ah ecco!

10 novembre 2005

Matt Cutts ci segnala che Jagger3, update di Google, è già attivo su alcuni datacenter di google, quindi ad esempio la ricerca di cui parlavo nel post precedente, funziona come dovrebbe:
http://66.102.9.104/search?hl=it&q=costi+vaglia+postale&btnG=Cerca+con+Google&lr=
Volevo ben dire!


Google che succede??

31 ottobre 2005

Scrivo perchè mi pare strano…
mi pare strano che cercando [costi vaglia postale] esca http://www.fiorimilano.it, il sito poste.it è in terza posizione!!!
Ora, premesso che il sito in questione è di un mio amico, e sono contento per lui se con qualche trucchetto è riuscito ad entrare nei primi risultati per molte ricerche, ma quando è troppo è troppo. La versione rinnovata del sito è online da un paio di settimane, e come per incanto è finito ai primi posti per ricerche che non centrano nulla con il suo business principale: vendere fiori. Ho due quesiti che faccio al mio pubblico (nessuno probabilmente 😛 ):

  • non è sempre stato detto che cambiamenti del sito portano ad un abbassamento del proprio ranking?
  • perchè una ricerca focalizzata su prodotti postali ha come risultato un sito che non centra assolutamente nulla ed è PR4, mentre il sito poste.it, sicuramente più autorevole anche solo con la keyword “postale”, ed è PR7 (giustamente) finisce dopo?

Forse Jagger ha qualche baco?